Regolamento Mimprendo Italia 2016-17

SCARICA L'INFOGRAFICA CON IL REGOLAMENTO IN PILLOLE

SCARICA IL REGOLAMENTO



LEGGI IL REGOLAMENTO

Articolo 1 -Definizione dell’iniziativa

Mimprendo Italia propone un’esperienza formativa collegata ad una competizione nazionale tra team multidisciplinari di studenti e laureati impegnati a sviluppare reali progetti innovativi proposti da imprenditori in diverse città universitarie italiane.
Mimprendo  Italia è promosso dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria e dalla Conferenza dei Collegi di Merito legalmente riconosciti dal MIUR.

Articolo 2 -Obiettivi e principi ispiratori

Finalità generale del progetto è di favorire l’incontro tra giovani e imprese e sviluppare concreti progetti innovativi aziendali e nello specifico:
- far incontrare idee innovative di giovani imprenditori con le abilità creative degli universitari;
- favorire esperienze di contaminazione formativa tra imprenditori e studenti/laureati
- avvicinare i giovani studenti alla cultura aziendale e favorire una maggiore conoscenza delle realtà produttive locali;
- fornire supporto alle aziende pronte a innovarsi e svilupparsi;
- premiare, attraverso modalità concorsuali, la creatività dei giovani, il merito e la loro capacità di proporre e sviluppare idee innovative e rilanciare al tempo stesso il ruolo formativo delle imprese sul territorio.

Articolo 3 - Risultati attesi

Mimprendo Italia intende assicurare un vantaggio concreto e tangibile per chi vi aderisce, Aziende e Studenti/Laureati,  grazie ad un mix di fattori qualificanti:

Per le Aziende:
- possibilità di sviluppare intuizioni innovative e progetti latenti dell’imprenditore;
- opportunità di moltiplicare il tempo e le risorse intellettuali dedicate all’innovazione;
- apporto di conoscenze universitarie multidisciplinari alla cultura d’impresa;
- impatto minimo sull’organizzazione aziendale;
- garanzia di una supervisione specialistica di progetto da parte di innovation managers;
- proprietà intellettuale sulle soluzioni di progetto;

Per Studenti e Laureati:
- possibilità di sperimentare la collaborazione diretta con un imprenditore;
- acquisizione di un’esperienza concreta spendibile sul Curriculum Vitae;
- introduzione ad un network esclusivo di relazioni professionali;
- acquisizione di competenze sulla gestione di progetti innovativi;
- possibilità di lavorare in un team multidisciplinare in un reale contesto aziendale;
- acquisizione di strumenti per la promozione dell’auto-imprenditorialità;
- possibile avvio di collaborazioni professionali;
- possibilità di competere a un premio in denaro su criteri di merito ed eccellenza.

Articolo 4 – Estensione nazionale

Mimprendo Italia prevede la possibilità di attivare progetti presso tutte le città italiane. I progetti saranno collegati a segreterie operative coordinate dalle sedi territoriali dei Giovani Imprenditori di Confindustria e dei Collegi Universitari di merito.

Articolo 5 – Requisiti di partecipazione

Aziende
Possono presentare proprie idee di progetti innovativi le Aziende appartenenti a qualsiasi settore industriale associate alle associazioni territoriali del sistema Confindustria. L’eventuale adesione di aziende non associate verrà valutata dal comitato organizzatore di Mimprendo Italia.  Non sono ammesse aziende personali o uninominali.

Studenti e laureati
Possono candidarsi a Mimprendo Italia gli studenti e/o laureati di tutte le università italiane o estere che al momento della candidatura al progetto si trovino nella seguente condizione:
a) iscritti al III° anno o laureandi dei corsi di laurea triennale;
b) iscritti al 1°, 2° anno o laureandi dei corsi di laurea magistrale/specialistica;
c) iscritti al 3 anno e seguenti a corsi di laurea a ciclo unico;
c) iscritti a scuole di dottorato di ricerca, specializzazione o master di 1° e 2° livello;
d) laureati da non più di 12 mesi nelle lauree triennali, magistrali o a ciclo unico;
e) Con una età massima di 30 anni.

Articolo 6 – Modalità di partecipazione per le aziende

- Le aziende interessate a proporre propri progetti innovativi devono registrarsi online su www.mimprendo.it  e caricare l’abstract di progetto entro il 15 luglio 2016;
- Ogni Azienda può presentare al massimo un progetto di innovazione;
- Ogni Azienda, nella figura dell’imprenditore o di un suo delegato, deve garantire la disponibilità di almeno 2 ore ogni 12-15 giorni per lo svolgimento di meeting periodici con il proprio team.
- La registrazione online sul portale www.mimprendo.it e la possibilità di selezionare il team di sviluppo dei progetti sono gratuite.
L’azienda con la propria candidatura si impegna a contribuire con la quota di adesione richiesta solo dopo le selezioni nel momento della reale costituzione e attivazione del team Mimprendo. La quota di adesione è proporzionale al fatturato aziendale:
1.000,00 € per aziende con fatturato fino a 5 milioni di euro;
2.000,00 € per aziende con fatturato da 5 a 50 milioni di euro ;
3.000,00 € per aziende con fatturato oltre i 50 milioni di euro.
- Le idee di progetto presentate dalle aziende prive di evidenti aspetti di innovatività potranno  essere escluse su giudizio del comitato organizzatore di Mimprendo Italia.
- Ogni azienda deve accettare il presente regolamento

Articolo 7 – Caratteristiche dei progetti aziendali


- I progetti presentati dalle aziende dovranno presentare le seguenti caratteristiche:
a) Esprimere un alto potenziale innovativo interno o di settore in uno o  più ambiti di interesse aziendale (Innovazione di prodotto, processo produttivo, servizio, organizzazione, gestione o altro)
b) Presentare caratteristiche di multidisciplinarietà e per questo prevedere il coinvolgimento di un team composto da studenti o laureati appartenenti ad almeno 2 delle seguenti macro aree disciplinari:
- Scienze chimiche, fisiche e matematiche
- Scienze mediche, sanitarie o farmaceutiche
- Scienze naturali e veterinarie
- Scienze dell’ingegneria e dell’architettura
- Scienze della comunicazione, letterarie, storico-artistiche
- Scienze psicologiche e della formazione
- Scienze giuridiche, politiche e sociali
- Scienze economiche e statistiche

Articolo 8 - Modalità di partecipazione per Studenti e laureati: candidature e selezioni

- La partecipazione a Mimprendo Italia per studenti è laureati è gratuita.
- La richiesta di ammissione viene effettuata a titolo personale dallo studente/laureato. Nel caso di team già precostituiti, è comunque richiesta la candidatura personale di ciascun componente del team.

- Per candidarsi :

1. E' necessario prendere visione sul sito www.mimprendo.it  dei progetti di innovazione proposti dalle aziende. Individuato il progetto di proprio interesse, lo studente/laureato deve candidarsi compilando via web l’apposita domanda di ammissione entro il 20 ottobre 2016. Ogni candidato può iscriversi al massimo a un progetto di innovazione proposto.
2. Ogni candidato riceverà una comunicazione email che confermerà o annullerà l'interesse dell'azienda per il suo profilo personale. In caso positivo, il candidato confermato dovrà inviare tramite procedura online il proprio curriculum vitare dettagliato e confermare la presenza ai colloqui di selezione con l'azienda prescenta che si svolgeranno dal 24 al 27 ottobre 2016 presso le sedi dei Collegi di merito o delle Associazioni territoriali di Confindustria. Le date, gli orari  e i luoghi  delle selezioni saranno comunicate per email e pubblicate sul sito www.mimprendo.it.
- In caso di mancata conferma d parte dell'azienda prescelta, il candidato potrà scegliere e candidarsi ad un altro progetto attivo nell'edizione 2016.
- Con l’ammissione ad un team Mimprendo lo studente laureato accetta le clausole di riservatezza richieste dall’azienda.
- Sulla base dei risultati dei colloqui, ogni azienda indicherà gli ammessi al team e al concorso.
- I risultati delle selezioni saranno comunicate per email ai singoli candidati e rese pubbliche sul sito www.mimprendo.it.
- Gli studenti e laureati ammessi e le aziende all’attivazione del team dovranno sottoscrivere un accordo di adesione formale al progetto.
- Ogni candidato deve essere nelle condizioni di poter accedere con regolarità tramite postazione fissa o mobile al web. Deve inoltre essere nelle condizioni di poter raggiungere la sede dell’azienda prescelta in modo autonomo almeno una volta ogni 15 giorni per team meeting periodici in qualità di visitatore/ospite.


Articolo 9 – Modalità di sviluppo dei progetti innovativi

- Dal 2 novembre 2016 al 31 marzo 2017 i team selezionati saranno impegnati a sviluppare i progetti innovativi proposti dalle aziende di riferimento;
- Ogni team incontrerà il referente aziendale per un team meeting una volta ogni 12-15 giorni per concordare, pianificare e verificare lo stato di avanzamento e lo sviluppo della soluzione progettuale;
- Per tutta la durata del progetto e tra un incontro e l’altro il team collaborerà in autonomia coordinandosi con il referente aziendale tramite la piattaforma web collaborativa www.mimprendo.it .
- Al termine di ogni team meeting il team sarà tenuto a pubblicare sulla propria area riservata della piattaforma collaborativa un report dell’incontro o degli stati di avanzamento del progetto. Dovrà inotre evidenziare le attività concordate mediate gli strumenti di project management resi disponibili dalla piattaforma stessa.
- Nel corso del progetto i team potranno avvalersi, oltre della piattaforma web www.mimprendo.it , di qualsiasi altro tipo di tecnologia finalizzata al reperimento di informazioni o indicazioni operative. Ogni team potrà inoltre ricorrere ai propri network di relazioni personali, professionali e accademiche per reperire suggerimenti, competenze e risorse a supporto della propria strategia di sviluppo del progetto.
- Ogni componente dei team dovrà sottoscrizione di una clausola di riservatezza sulle informazioni relative al progetto aziendale di propria competenza.


Articolo 10 – Formazione e coaching

- Lo staff organizzativo di Mimprendo Italia supporterà i team di lavoro tramite un costante monitoraggio dei singoli progetti e con interventi di tutorship finalizzati ad ottimizzare il lavoro del team con metodologie di innovation management.
- Ogni team potrà avvalersi di un voucher per l'attivazione di consulenze specialistice sul progetto da parte di consulenti esterni al team e all’azienda individuati a partire da criticità o esigenze di progetto.

Articolo 11 – Modalità e criteri di valutazione

- La valutazione delle soluzioni progettuali sviluppate dai team in collaborazione con le aziende sarà effettuata da una commissione tecnica indipendente espressa dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria e dalla Conferenza dei Collegi di Merito riconosciuti dal MIUR. La commissione sarà composta da 3 componenti in rappresentanza di Confindustria Nazionale e da 3 componenti in rappresentanza della Conferenza dei Collegi di Merito.
- L’oggetto della valutazione non sarà l’idea di progetto proposta dall’azienda al team ma la soluzione progettuale complessiva  prodotta dal team.
- Ai fini della valutazione nazionale ogni team dovrà produrre entro il 31 marzo 2017 un abstract di progetto su traccia standard fornita dall’organizzazione di Mimprendo Italia;
- Ogni imprenditore sarà inoltre chiamato a valutare il risultati di progetto del proprio team.
- La commissione esprimerà in piena autonomia e discrezionalità un giudizio insindacabile sulle soluzioni progettuali prodotte dai team sulla base dei seguenti criteri di valutazione:

Parametro

Indicatori

Descrizione

Livello

 

Punteggio

Peso

1. Innovatività

Originalità e innovatività della soluzione proposta

Presenza nella soluzione progettuale di elementi di discontinuità e di novità capaci di creare o estendere significativamente una categoria di prodotto/servizio/processo.

Insufficiente

0

20%

Sufficiente

1

Discreto

2

Buono

3

Ottimo

4

Potenzialità di mercato

Evidenze sulle potenzialità della soluzione progettuale per il mercato di riferimento;

Reale valore aggiunto offerto dalla soluzione progettuale ai prodotti/servizi/processi aziendali.

Insufficiente

0

15%

Sufficiente

1

Discreto

2

Buono

3

Ottimo

4

2. Applicabilità

Fattibilità tecnica e applicabilità

Presenza nella soluzione progettuale di elementi utili alla valutazione di fattibilità reale del progetto o di trasferibilità dei risultati in nuovi prodotti/servizi/processi aziendali.

Insufficiente

0

20%

Sufficiente

1

Discreto

2

Buono

3

Ottimo

4

Sotenibilità/impatto economico – finanziario

Attendibilità e accuratezza del business plan, del piano dei costi-investimenti o del budget di prodotto/servizio/processo aziendale.

Insufficiente

0

15%

Sufficiente

1

Discreto

2

Buono

3

Ottimo

4

3. Lavoro in team

Approccio multidisciplinare

Evidenze nella soluzione progettuale di un approccio multidisciplinare al problema e di integrazione delle competenze del team.

Insufficiente

0

10%

Sufficiente

1

Discreto

2

Buono

3

Ottimo

4

Rispetto delle specifiche e delle scadenze di progetto

Regolare pubblicazione dei meeting report e dei gate report nella piattaforma mimprendo.it

Insufficiente

0

10%

Sufficiente

1

Discreto

2

Buono

3

Ottimo

4

4. Presentazione finale

Efficacia della presentazione dei risultati progettuali

Qualità della presentazione, capacità persuasiva e brillantezza comunicativa

Insufficiente

0

10%

Sufficiente

1

Discreto

2

Buono

3

Ottimo

4

 

 

- Sulla base della valutazioni della commissione tecnica nei punti 1,2, 3 sarà formulata la graduatoria generale: tutii i team saranno ammessi e invitati al Demo Day, la fase finale di valutazione di Mimprendo Italia che si svolgerà entro il 30 aprile 2017 in data e luogo da destinarsi.
- Nel corso del Demo Day i team classificati nei primi 10 posti della graduatoria avranno a disposizione 10 minuti per esporre i risultati di progetto alla presenza della commissione tecnica di valutazione la quale procederà alla formulazione della graduatoria finale secondo i criteri di valutazione e all’assegnazione dei premi previsti da Mimprendo Italia.

Articolo 12 – Premi

- Il primo team classificato in seguito alla valutazione nazionale avrà diritto ad un premio di € 10.000,00. Il  premio in denaro sarà destinato e suddiviso in maniera equa tra gli studenti/laureati componenti il team vincitore.
- La commissione di valutazione potrà assegnare anche altri premi speciali in denaro ai team partecipanti alla fase nazionale che si distingueranno per particolare innovatività e creatività delle soluzioni proposte.
- I premi saranno consegnati alla chiusura del Demo Day di Mimprendo Italia ai team vincitori tramite assegni circolari nominali.

Articolo 13 – Proprietà intellettuale dei risultati


- La proprietà intellettuale dei risultati dei progetti sviluppati dai team è delle aziende.
- La direzione operativa di Mimprendo garantisce la riservatezza su tutte le informazioni e i dati condivisi e conservati nella piattaforma www.mimprendo.it  o trattati dalle commisioni di valutazione. Non risponde dell’utilizzo e della diffusione di dati, documenti e informazioni da parte dei team e delle aziende in altri contesti, in altra forma o su altri canali di socializzazione o piattaforme di condivisione web.

Articolo 14 –Rapporto tra aziende e componenti dei team

- Mimprendo Italia non ha finalità lucrative e non rappresenta ad alcun titolo un’attività di prestazione o rapporto di lavoro o collaborazione professionale tra studenti/laureati e aziende: si fonda sul riconoscimento di un reciproco interesse da parte dell’azienda e degli studenti universitari/laureati  nello sperimentare un’esperienza di ricerca e di progettazione condivisa su problemi reali legati all’attività d’impresa e alle diverse discipline di studio.
- I componenti del team selezionati parteciperanno ai team meeting periodici presso l’azienda, o altra location concordata, in qualità di visitatori/ospiti nel rispetto di regolamenti/procedure aziendali e saranno a  carico dell’azienda gli eventuali oneri assicurativi per gli ospiti. Modalità di presenza e impegno in azienda diversi da quanto previsto dal presente Regolamento, saranno concordati dall’azienda con il singolo componente del team nel rispetto delle leggi vigenti e non saranno in nessun modo a carico dell’organizzazione di Mimprendo Italia. L’eventuale attivazione di stage, tirocini, collaborazioni professionali in tutte le forme previste dal diritto del lavoro saranno compatibili con il Concorso Mimprendo ma oggetto di trattativa personale tra l’azienda e il singolo componente del team.
- Mimprendo Italia non riconosce ai partecipanti rimborsi per viaggi, acquisto di materiali, vitto e alloggio. Eventuali rimborsi potranno essere concordati direttamente tra i singoli componenti dei team e le aziende.  

Articolo 15 – Direzione operativa

-    La direzione operativa di Mimprendo sarà curata dal Collegio Universitario Don Nicola Mazza e dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Padova.

Articolo 17 -  Modifiche o sospensione della competizione
- L’organizzazione potrà modificare le modalità di svolgimento di Mimprendo o sospenderne la realizzazione comunicando tempestivamente le novità per email a tutti gli iscritti e segnalandole sul sito web dedicato.